domenica 3 dicembre 2017

Inaugurata la nuova sede del centro diurno L'Albero

28 novembre 2017: Grande festa, anzi, festa di famiglia, per l'attività del centro diurno L'Albero, l'opera sociale che la Famiglia Marista di Cesano Maderno conduce da ormai 16 anni. Era atteso come ultimo evento dell'anno per sottolineare il senso del bicentenario marista e realizzare così un "nuovo inizio" anche per questa iniziativa. Dopo il lavoro di ristrutturazione del capannone adiacente alla nuova casa della comunità dei Fratelli Maristi, che è durato oltre un anno, si è pensato bene di iniziare a vivere nei nuovi spazi appena si sono resi disponibili. Abbiamo approfittato della presenza del fr. Provinciale, Juan Carlos, che era con noi proprio per questa occasione.
Riportiamo la notizia dal blog del Centro Diurno.


Dopo una lunga e laboriosa attesa, alle ore 17 del 28 novembre abbiamo inaugurato il salone in Via Damiano Chiesa.
Erano presenti il sindaco Maurilio Longhin e quello precedente, l'amico Gigi Ponti che era stato testimone e fautore dei primi "germogli" del Centro, nel 2001, il dott. Alfredo Anzani quale rappresentante della Fondazione di Monza e Brianza (che ha contribuito con una bella cifra ai tanti lavori di ristrutturazione sostenuti dai Fratelli Maristi), i responsabili delle comunità pastorali di Cesano, don Stefano e don Romeo, vari amici della scuola di Binzago (che ci ha ospitato da ottobre fino allo scorso venerdì 24/11 e che ringraziamo cordialmente) e alcuni docenti della scuola media dei Maristi, poi i volontari dell'Auser (che accompagnano i bambini all'inizio di ogni pomeriggio) e altri amici che man mano hanno fatto capolino nel salone.
La cerimonia è stata molto semplice, due parole per narrare l'evoluzione del salone, da bottega artigiana fino al risultato finale, poi un saluto dei due sindaci (che tra le altre cose sono entrambi ex-alunni della scuola marista), un rapido commento di don Stefano e don Romeo, con la benedizione del nuovo locale. Era presente anche il provinciale dei Fratelli Maristi, molto contento di essere coinvolto in questo nuovo inizio.
Poi siamo stati invitati a prendere un seme, distribuito dai bambini del centro, ciascuno è andato poi a deporlo in alcune ciotole che verranno curate con attenzione e "protette" come si deve fare per ogni nuovo inizio; sarà il modo giusto per ricordare la cura e l'attenzione che dobbiamo dedicare a tutte le attività che ogni giorno ci attendono.
E finalmente, il momento della merenda condivisa e del rinfresco, in semplicità e allegria, tra bambini che scorrazzavano sotto i tavoli, i grandi che discorrevano, i fotografi che chiamavano a raccolta per immortalare l'avvenimento.
Ma il bello comincia adesso, con l'attività che ogni giorno riempirà questo spazio. Ed è bello sapere che i bambini saranno sempre al centro della nostra attenzione. Per questo.... Auguri!


domenica 12 novembre 2017

I 10 anni dell FMSI - children on the move

Per sottolineare l'annuale ricorrenza della Giornata Internazionale sui diritti dei minori, la FMSI, la fondazione marista internazionale per la solidarietà ha organizzato un convegno sul tema "Children on the move".
Si tratta anche del modo tutto speciale di festeggiare i primi 10 anni di vita della Fondazione, ben descritti nel Rapporto che è possibile scaricare direttamente.

L’evento, che si terrà il 20 novembre presso la Sala del Refettorio a Palazzo San Macuto (Roma) alle ore 10:30, vedrà la partecipazione di rappresentanti di organizzazioni non-profit come Save the Children, Focsiv, Jesuite Refugees Service, Croce Rossa italiana e Terre des Hommes. Tutte organizzazioni impegnate nella tutela dell’infanzia e ha l’obiettivo di sensibilizzare le istituzioni e il pubblico su una tematica così attuale e sensibile come quella dei “children on the move.”
Sarà anche l’occasione per presentare il Rapporto dei primi Dieci anni di attività della Fondazione
In questa occasione verrà presentata anche una mostra di fotogragie realizzate dalle scuole mariste di tutto il mondo, che verranno esposte nella Galleria Alberto Sordi.
Per la selezione delle foto, veramente tante e veramente significative, è possibile votare on-line le foto che si ritengono più adatte per rappresentare il tema del convegno.

Ecco il link per votare le foto 

giovedì 19 ottobre 2017

A proposito di migranti under 18 - impegno marista

Da sempre il mese di ottobre è abbinato alle missioni: per partire con slancio (un tempo era il primo mese di scuola...) e ricordarci l'impegno di portare a tutti la buona notizia.
E di buone notizie ne abbiamo veramente bisogno, di questi tempi, tra scontri internazionali, crisi contornate da scenari nucleari, preoccupazioni climatiche, drammi economici...
E' inevitabile, tout se tient, lo sbattere d'ali di una farfalla in Giappone può scatenare conseguenze in Guatemala. Il tema dei migranti condivide le stesse dinamiche internazionali. Problema grosso, drammatico, che ci deve interpellare.
I Fratelli Maristi hanno fatto una scelta di campo e dallo scorso anno, proprio nel mese di ottobre, hanno aperto una comunità internazionale a Siracusa, per essere maggiormente disponibili alle necessità dei tanti migranti minori che continuano ad arrivare.
Ci piace mettere in evidenza l'opera e l'attività di questa comunità per "scomodarci un po' tutti quanti" su questo tema. Fr. Onorino, il responsabile di questa nuova opera, sarà disponibile per presentarla e raccontare l'esperienza concreta maturata in questi mesi. Per avere un'idea di cosa fanno e come vivono, è possibile sfogliare il loro semplice foglio informativo: notizie da Siracusa!
Si sta organizzando un incontro a Cesano Maderno, per la serata del 25 ottobre, alle ore 21 nel salone della scuola media/centro don Bosco. Nei giorni seguenti fr. Onorino porterà la sua esperienza presso la comunità parrocchiale di Villa Santa (MB). La Comunità marista di Siracusa non rientra direttamente tra le opere della Provincia Marista mediterranea, ma i punti di contatto sono così forti ed evidenti che i legami si spiegano da soli!

sabato 14 ottobre 2017

E adesso muoviamoci: il concorso FMSI

Da pochi giorni si è completamente rinnovato il sito della Fondazione Marista per la Solidarietà internazionale, FMSI, in occasione dei suoi primi 10 anni di attività. E sono stati 10 anni veramente intensi e pieni di iniziative, raccolte, campagne di sensibilizzazione...
Per festeggiare questa tappa è stato lanciato un concorso fotografico, Children on the move, per invitare tutti gli alunni dei centri maristi a realizzare una fotografia "pensata in gruppo".
Le scuole mariste d'Italia si sono già prenotate per mettere in moto la fantasia dei ragazzi. Il tempo per iscriversi è piuttosto stretto e le foto devono essere pronte per il 20 ottobre. Occorre muoversi!
La premiazione del concorso è prevista a novembre, in occasione della Giornata Mondiale dei Diritti dei Minori. In questa occasione le foto premiate verranno esposte a Roma presso la Galleria Alberto Sordi.

Qui potete trovare le informazioni e le modalità di partecipazione e invio delle foto.

domenica 8 ottobre 2017

Un murales per il bicentenario marista e il 50esimo di Cesano

La comunità di Cesano Maderno con le scuole mariste presenti sul territorio brianzolo (oltre ai 110 alunni della scuola media ci sono i 140 della primaria M.Ausiliatrice e i 250 cuccioli dell'Infanzia di S.Anna...) continuano a muoversi per far sentire viva la presenza marista in questo anno del Bicentenario. Tra l'altro si è appena concluso l'anno del cinquantesimo di presenza sul territorio e per lasciare una traccia, sulla scia della mission marista "formare buoni cristiani e onesti cittadini", è stato realizzato un segno evidente di questa attenzione al territorio.
Nella stazione ferroviaria di Cesano era già presente da anni una bella decorazione in mattonelle colorate realizzata con la partecipazione di tutti gli alunni delle primarie; ispirandosi a questo progetto abbiamo pensato di proseguire l'opera e decorare con qualcosa di bello anche il nuovo sottopassaggio recentemente costruito e ancora molto "spoglio".
Così il prof. Vaghi Maurilio, lo storico docente di tecnologia della scuola, ha ideato un progetto di forte impatto e significato: un murales in formelle di vetro per abbellire il percorso e ricordare la presenza marista. Grazie alla collaborazione di una vetreria locale, i ragazzi hanno toccato con mano e realizzato tutte le fasi del progetto, dal disegno alla composizione della formella in vetro, fino alla scelta dei colori e alla cottura. Sono state realizzate oltre 200 formelle a formare un simbolico labirinto della vita. Ogni alunno ha scelto un motivo, ha realizzato il suo "sogno" particolare (era lo slogan dello scorso anno) e dato concretezza ad una piccola opera d'arte.
L'inaugurazione è stata fatta proprio il 4 ottobre, alla presenza delle autorità, il Sindaco attuale e il precedente (entrambi ex-alunni maristi), i rappresentanti delle Ferrovie Nord e l'amministrazione comunale. Dopo una breve spiegazione del significato di questa opera, i ragazzi hanno "svelato" l'intero progetto: un murales di 10 metri quadi (5x2) brillante di colore.
Ci auguriamo che tutti i passanti che ogni giorno frequentano, numerosi, la stazione possano rallegrarsi nel vedere quest’opera e muoversi con una nota di colore e allegria per tutta la giornata. E’ il contributo della nostra scuola marista per una Cesano più bella, accogliente e creativa.


domenica 17 settembre 2017

Inaugurazione del vicolo e del ponte S.Marcellino Champagnat a Cesano M.

Viviamo in un tempo dove sembra più facileerigere muri che costruire ponti.Ma per andare lontanosappiamo bene cosa è più utile.
Per il 50esimo della presenza dei Fratelli Maristi a Cesano, l'Amministrazione comunale ha voluto testimoniare l'apprezzamento di questa presenza educativa, dedicando un luogo significativo della cittadina al Fondatore dei Maristi. 
L’idea di una strada e soprattutto di un ponte dedicato a Champagnat è sembrata subito particolarmente significativa, per il senso di apertura e di audacia che San Marcellino ha lasciato come eredità ideale da percorrere ancora oggi, a 200 anni dagli inizi.
Siamo contenti di questa scelta e adesso anche Cesano può annoverare nella sua toponomastica una via dedicata ai Maristi, come già succede in tutte le altre località d’Italia dove opera la nostra congregazione (Roma, Genova, Giugliano, Entracque…).
Il luogo scelto è una via pedonale, ecologica, tranquilla, con realtà significative ai suoi bordi (le poste, le scuole ed anche case solidali…). Congiunge le due rive del fiume Seveso e permette di godere di un panorama un tempo fortemente compromesso e ora, sempre più, recuperato alla dimensione del vivere cittadino.
L’inaugurazione ha avuto luogo il giorno 14 settembre. La scuola marista era presente con una bella rappresentanza di alunni e di docenti, il preside, fr. Giorgio e logicamente la vice-preside Franca Strada, ex-alunna marista che doveva per forza incontrare un suo vecchio compagno di classe: il sindaco! Sono poi arrivate alcune classi della primaria marista di Binzago. Numerosi anche gli alunni della scuola statale, media e primaria.
Per la giunta comunale, oltre al nuovo Sindaco Maurilio Longhin, c’erano molti rappresentanti ed amici, in particolare l’ex-sindaco Gigi Ponti, attuale Presidente del Consiglio a cui va il merito di questa intitolazione. E poi il comandante dei carabinieri e il maresciallo e altre autorità locali.
Quello che ci ha colpito nelle brevi parole del Sindaco, anche lui ex-alunno, sono stati i numeri: in 50 di amministrazione cittadina, 30 sono stati svolti da sindaci che si sono formati anche nella nostra scuola. Si tratta quindi di una piccola presenza ma davvero significativa.
Insomma, il progetto di Champagnat di “formare buoni cristiani e onesti cittadini” ci sembra veramente una via maestra da continuare a seguire. E quando le cose si fanno difficili, quando ci sono ostacoli imprevisti … l’idea di un ponte è la soluzione migliore. Il preside della scuola, fr. Giorgio, si è soffermato su questi semplici  aspetti, sulla nostra presenza come risorsa per il territorio e la nostra disponibilità a collaborare in questo senso, cercando di unire le forze più che marcare le differenze: perché educare i ragazzi significa preparare il futuro di tutti.

mercoledì 6 settembre 2017

il francobollo per il bicentenario marista

Ma quando è stata l'ultima volta che hai scritto una lettera, comprato un francobollo, affrancato una busta? Nell'era delle mail e del web sembra anacronistico usare ancora i francobolli. Ma dall'epoca del Penny Black (correva proprio il 1840, l'anno della morte di Marcellino, che non ha proprio potuto utilizzarli, questi "moderni mezzi di comunicazione") ad oggi, il francobollo è un pezzo della nostra storia e un documento significativo. Per il Bicentenario gli ex-alunni del San Leone Magno hanno avuto questa bella idea, suggerita agli esperti filatelici del Vaticano e si è giunti così alla produzione di un francobollo commemorativo (leggi l'articolo sul sito ufficiale della Congregazione marista).
Dal giorno 7 settembre il francobollo sarà disponibile per l'utilizzo e per la raccolta filatelica.

Ecco il comunicato diffuso in questa occasione


Ricorrono quest'anno i 200 anni dalla fondazione dell'Istituto dei Fratelli Maristi da parte di Marcellino Champagnat giovane vicario della parrocchia di Lavalla, in Francia proclamato santo da papa Giovanni Paolo II il 18 aprile del 1999. La sua storia ci riporta la Francia post rivoluzionaria della fine del XVIII secolo quando con la restaurazione si presentò la necessità di far fronte alla crisi nazionale della scuola incentivando e rafforzando l'istruzione e la catechesi dei giovani che la rivoluzione francese aveva abbandonato ad un futuro senza prospettive. Così Marcellino, ordinato sacerdote nel 1816, forte della presenza di Dio nella sua vita e alimentato da un incrollabile fiducia in Maria e nella sua protezione, da cui il nome marista della comunità da lui fondata, iniziò la sua intensa opera educativa. La convinzione che “per educare bene i ragazzi occorre amarli” permea lo stile educativo Marista le cui caratteristiche sono una costante ma discreta presenza in mezzo ai ragazzi, la semplicità, lo spirito di famiglia e l'amore al lavoro, il tutto nello stile di Maria. I Fratelli Maristi oggi sono presenti in oltre 80 nazioni nel mondo, ma soprattutto nelle missioni, con 1000 centri formativi, oltre 3000 religiosi fratelli e circa 600.000 alunni, sulle orme del padre Fondatore,  diffondono il messaggio cristiano attraverso l'educazione dei bambini e dei giovani.
Il francobollo realizzato per l'occasione da Patrizio Daniele per l'ufficio filatelico del Vaticano ritrae in primo piano Marcellino Champagnat, sullo sfondo la tavola della prima comunità dei fratelli a Lavalla, circondata da laici e fratelli religiosi al servizio dei bambini, mentre la statua della Vergine chiamata da San Marcellino “buona madre” ricorda l'ispirazione mariana dell'opera educativa da lui svolta.

SCHEDA TECNICA
Numero valori: 1
Valore facciale € 1,00
Formato: 30 x 40 mm 
Dentellatura: 13 x 13 1/4
Foglio da: 10 francobolli
Dimensioni del foglio: 176 x 106 mm 
Artista: Patrizio Daniele 
Tipo di Stampa: offset 
Stamperia: Cartor (Francia)
Prezzo della serie: Euro 1,00
Tiratura max 120.000 serie